Monthly Archives: ottobre 2017

ALLIEVI “A” – VITTORIA 3-1 NEL DERBY CON IL S.MARCO B.M.

Da http://giovanigol.it/ghirlanda-nuova-stella-del-concordia-san-marco-applaude/

Ghirlanda nuova stella del Concordia, San Marco applaude

Allievi Provinciali Verona. Giornata 7.

San Marco bello ma troppo sorpreso dai numeri degli avanti viola. Allievi del Concordia che arriveranno alle finali senza preoccupazioni per confrontarsi con altre realtà, vedi Caldiero, vedi Zevio e Bevilacqua.
Stasera è nata una stella, Ghirlanda ma tutti gli avanti viola hanno fatto vedere i numeri.

CONCORDIA – S.MARCO BM (2-0) 3-1

Concordia: Bertinelli, Rossi, Franchini, Gagliardi, Caccia, Guerra, Tommasi, Balbo, Savi, Ghirlanda, Pollina. A disp. Bertaiola, Ometto, Garofalo, Zigiotto, Grigolo. All. Mauro Tosoni

S.Marco: Mazzoni,Gafton, Sanchez, Popa, Doria, Hichri, Leardini, Bohtalahe, Pighi, Corman, Ciarimboli. A disp. Biroli, Monetti, Lorenzin, Battistoli, Egbuche, Oubalkacem. All. Marco Moretti

Arbitro: Marco Bari di Verona
Reti: 6’pt Pollina (C), 20’pt Guerra (C), 5’st Tommasi (C), 17′ st Leardini (SM)

 

Come di consueto aggredisce il Concordia e lascia interdetti i difensori del San Marco, non abituati a tanta foga, intensità e qualità di gioco. Nel primo tempo almeno dieci sono stati i tiri in porta dei viola che sono andati ben presto a rete col bomber Pollina che ha calibrato all’incrocio dei pali, un tiro tanto preciso quanto potente.
Fra il primo e il secondo gol di Guerra simile al primo, ammirati due show di Filippo Ghirlanda (nella foto di copertina), capace di andare in slalom con la palla attaccata al piede, al massimo cinquanta centimetri, per far capire a tutti il tipo di confidenza che ha col cuoio.
Ancora Pollina al 30′ raccoglie un invito dal fondo di Savi, per stangare al volo colpendo pulito  di collo-piede e invitando il portiere Mazzoni alla miglior parata della serata.
Il San Marco cerca di infastidire la difesa viola, ma son proprio fastidi e solo in due occasioni  Battistoli e Pighi riescono a preoccupare l’inoperoso Bertinelli.

Nella ripresa il San Marco tenta una timida reazione ma è punito al 5′ da Tommasi che raccoglie un lungo lancio cambio-campo da sinistra verso destra, entra veloce in area e  chiude rasoterra sull’angolino destro il 3-0.
Orgogliosa la reazione dei rossoverdi di Marco Moretti: riescono aguadagnare una punizione dal limite, se ne incarica lo specialista Leardini, per infilare rasoterra il gol della bandiera 3-1 e dopo qualche minuto tutti a casa oppure c’è chi retsa al Concordia per bere il primo vin brouillé della stagione.

Migliori per il Concordia, Ghirlanda, Pollina, Guerra e Gagliardi. Peril San marco si è messo in luce il portiere Mazzoni, Leardini e per la buona volontà Oubalkacem e Battistoli.

 

ESORDIENTI 2005 (MISTER CARLETTI) – BELLA PRESTAZIONE A MONTORIO

La nota del Mister Maurizio Carletti:

LA GARA ( MONTORIO-CONCORDIA )

Quella di oggi è stata una prestazione buona in tutti e tre i tempi di gioco con azioni in velocità; buono anche il dinamismo offerto dalle punte e dai centrocampisti, la difesa si è comportata bene e, solo in qualche rara occasione, è andata in affanno. Bisogna ancora una volta migliorare l’aspetto offensivo e nello specifico al momento di finalizzare l’azione, infatti sono ancora troppe le occasioni che si creano e che poi sfumano per imprecisione o scarsa lucidità nel colpo finale. Siamo comunque sulla strada giusta e alla lunga i frutti arriveranno. La crescita di tutta la squadra è in continuo miglioramento. Una nota positiva è data dagli SHOOT-OUT, infatti nella seconda tornata ne sono stati realizzati 4 su 8.

1^ SQUADRA – CADUTA NELLA “BUSA” DI S.ZENO – DA L’ARENA


LUNEDI 30 OTTOBRE 2017

SAN ZENO – CONCORDIA 2-0

STOICI. Sconfitto il Concordia, espulso Soave

Il San Zeno non si abbatte
neanche quando resta in 10


SAN ZENO:Marcolungo, Pasini ,Martignoni, De Pizzol, Ezeunala, Ratti, Pappalardo, Bidese(35’ptCuri), Lui, Ionita A.(48’stMelon), Soave. All.:Troccoli
CONCORDIA: Pennacchioni, Gagliardi, Cinquetti, Gatti, Moretto, Albertini, Craciunescu(dal 24st Blasi), Sperandio, Masetti, D’Aleo, Martini(21’stMontresor). All.:Bozzini
Arbitro:Panozzo di Vicenza
Reti: 11’st Lui(S), 32’st Ionita A.(rig.)(S)

Uno stoico San Zeno esce vittorioso dal match casalingo contro il Concordia dopo aver giocato per tutto il secondo tempo con un uomo in meno. Un primo tempo senza occasioni da gol si chiude con l’espulsione di Soave al 42′ per un fallo di reazione. Nella ripresa, la squadra di casa non soffre l’inferiorità numerica. Da calcio d’angolo, 2 minuti dopo, arriva il vantaggio del San Zeno firmato da Lui che di testa in torsione spedisce la palla in fondo alla rete. Il Concordia assapora il pareggio con D’Aleo che al 23′ scippa palla al portiere avversario e realizza il gol dell’1 a 1, prontamente annullato dall’arbitro per fallo da parte dell’attaccante. Al 32′ la squadra di casa mette in cassaforte il risultato con Ionita A. che trasforma un rigore conquistato da Curi, con il portiere che intuisce l’angolo ma non arriva ad impedire al San Zeno di raddoppiare.

PICCOLI AMICI 2011/12 – “MANIFESTAZIONE A CONCENTRAMENTO” – GRANDE SUCCESSO

Si è svolta nella mattinata di domenica 29 ottobre la 1^ “Manifestazione a Concentramento” ufficiale, riservata alla categoria PICCOLI AMICI 2011/12, della Delegazione FIGC di Verona.

È stata proprio la nostra Società ad organizzare l’evento presso il campo di casa in Via Zorzi.

Grazie alla perfetta regia di Franco Morbioli e dei suoi preziosi collaboratori, 4 squadre (CONCORDIA, ALPO, SAN ZENO E ZEVIO) si sono confrontare con GIOCHI DI ABILITÀ e MINI PARTITELLE.

Bravissimi tutti i piccoli calciatori applauditi dal numeroso pubblico presente.

Al termine un appetitoso ristoro per tutti i partecipanti.

 

AUGURI GIOVANNA ! ! !

Oggi è il compleanno della “nostra”  GIOVANNA.

Tantissimi auguri da tutto il PGS CONCORDIA CALCIO.

GENITORI “ECCELLENTI”

PREMESSA
Sono un genitore pentito.
Ho avuto tre figli che hanno giocato a calcio e io mi sono comportato come la maggior parte dei genitori: criticando il mister, contestando l’arbitro durante le partite, fornendo istruzioni dettagliate ai figli su come stare in campo.
Peggio di così! Ma a mia discolpa devo dire che nessuno mi ha insegnato il comportamento esemplare, che invece sarebbe stato utilissimo. L’educazione dei giovani sportivi deve continuare anche dalle gradinate e il rispetto delle regole aiuta a diventare, se non bomber, sicuramente adulti responsabili.
Ecco quindi un decalogo, utile per il genitore di un giovane calciatore il quale spesso non condivide, dal campo, gli eccessi dei genitori sulle gradinate.

 

ALLENATORE
Siamo tutti allenatori in Italia ma chi segue vostro figlio lo conosce perfettamente, sa quali sono i suoi pregi e i suoi limiti.
Inutile discutere sulle scelte tecniche, il mister è impegnato nel far condividere un percorso formativo al vostro ragazzo, è al di sopra di ogni critica.
Le contestazioni al mister di fronte a vostro figlio produrranno solo una perdita di leadership del tecnico e quindi il ragazzo si sentirà confuso su quali indicazioni seguire. E ciò andrà a discapito del suo rendimento sportivo.

PANCHINA
Sedere in panchina non è un disonore, è una necessità tecnica.
Vostro figlio sa perfettamente perchè deve spesso restare a disposizione, lui conosce meglio di ogni altro i propri valori tecnici e quelli dei suoi compagni. Ma se gli indurrete la percezione che la panchina non se la merita, finirà per non accettarla più, disertare gli allenamenti e non divertirsi. La panchina è maestra di vita, ricordarsene sempre.

ALLENAMENTI
I campionati si vincono in allenamento e le coppe si ritirano all’ultima giornata.
La regola per gli allenamenti è semplice, accompagnare il ragazzo puntualmente e con la stessa regolarità recuperarlo a fine sessione. Perdere un allenamento non è un delitto, ma la partecipazione assidua viene sempre premiata dall’allenatore e dai risultati sul campo.

TIFO
Dimenticate il tifo curvaiolo degli stadi nostrani dove giocano le prime squadre; qui state seguendo una squadra giovanile dove gioca anche vostro figlio. L’incitamento al proprio ragazzo e ai suoi compagni sarà gradito da tutti, anche dagli altri genitori. Evitate assolutamente le provocazioni verso tifosi dell’altra squadra e soprattutto verso i giovani avversari: sareste contenti se vostro figlio diventasse bersaglio di sfottò?
Se i genitori avversari lo fanno, pazienza, vuol dire che non hanno letto questo decalogo.

ARBITRO
Partiamo dalla buonafede dei Direttori di Gara, senza la quale sarebbe difficile portare a termine una partita.
L’arbitro ha necessità di compresnsione, può sbagliare perchè nessuno è perfetto, come un giocatore che non segna a porta vuota. Le contestazioni continue creeranno in tuo figlio la giustificazione per una eventuale sconfitta e la cattiva educazione a considerare l’arbitro come un potenziale “nemico”.
Suggerimento tecnico: i genitori che si avvicinano al calcio giovanile faranno bene a ripassarsi le regole del calcio, (in continua evoluzione) sono solo 17, si reperiscono facilmente su Google e una buona conoscenza eviterà incomprensioni e contestazioni inutili.

FINE GARA
Il 90’ mette alla prova tutti, vinti e vincitori; le emozioni sono alle stelle ma la parola d’ordine é sobrietà.
Vietatissimo provocare i vinti, questa è spesso la scintilla per avviare litigi sulle gradinate e in campo.
Vale per tutti la dichiarazione di un dirigente sportivo subito dopo un’amara retrocessione:
“ Lo sport insegna a vivere: godere delle vittorie e accettare le sconfitte.”

A CASA
Le tentazioni a casa sono quelle di sovrapporsi ancora una volta allo staff tecnico per impartire al figlio lezioni di tattica.
Da evitare assolutamente atteggiamenti ipercritici nei confronti della Società o dell’Allenatore di fronte al figlio.
Se vi ascolta perderà la fiducia nei confronti di chi lo segue negli allenamenti e in gara, andrà in confusione perché non saprà chi ascoltare e non si divertirà più.

SOSTEGNO
Il genitore può comunque aiutare a crescere il proprio figlio senza sovrapporsi allo staff tecnico.
Il primo conoscitore del giovane calciatore è proprio il genitore: nulla di male se suggerirà il ragazzo a migliorarsi su alcuni fondamentali. Nulla di male a farlo migliorare sui colpi di testa, sugli stop, sui tiri al volo, ecc; questo stimolerà il ragazzo verso il miglioramento personale e ad una maggior concentrazione sugli allenamenti.

RISPETTO
La parola rispetto va interpretata nel modo più assoluto e va trasferita dal genitore al figlio:
– rispetto verso lo staff tecnico
– rispetto verso i propri compagni
– rispetto verso l’arbitro
– rispetto verso gli avversari
Se avrete rispetto vi divertirete di più nel seguire la partita di vostro figlio senza farvi il sangue cattivo.

FAIR PLAY
Fair Play non è solo un modo di dire per farsi belli in inglese, ma il rispetto di un insieme di norme comportamentali.
Se rispetterai queste nove semplici regole sarai un vero sportivo, ma soprattutto un

GENITORE ECCELLENTE
Tuo figlio ti guarderà con ammirazione, più di prima.
_________________________________________________________________________________________________

Rodolfo Giurgevich
Direttore Responsabile di Giovanigol.it

IL RIENTRO IN CAMPO DI FRANCESCO MORATTI OGGI SU L’ARENA

Anche il giornale L’ARENA parla del ritorno in campo dopo quasi un anno, causa infortunio, di  FRANCESCO MORATTI. Un ottimo rientro con rete e vittoria.

“La settima giornata però è tutta nella gioia di Francesco Moratti, attaccante nato e cresciuto nel Concordia, fermo da novembre dell’anno scorso per la rottura dei legamenti crociati del ginocchio sinistro contro il Lugagnano. Di nuovo in campo a quasi un anno di distanza e subito a segno nella netta vittoria contro la Seraticense con un comodo tocco a due passi dalla porta.”

1^ SQUADRA – DAL GIORNALE L’ARENA


LUNEDI 23 OTTOBRE 2017

CINICI.. Fallisce la rimonta del Pescantina

Al Concordia per vincere
basta il bolide di Martini


CONCORDIA – TEAM S.LORENZO P.  1-0

Concordia: Pennacchioni, Gagliardi, Salvagno, Gatti, Moretto, Albertini(13′ s.t. Buniotto), Craciunescu, Sperandio, Blasi, D’Aleo, Martini. All. Bozzini.

Team Pescantina: Balestriero, Zocca, Gandini, Venturini, Penna, Businaro( 25’s.t. Bazzoni), Assea, Andriani, Donatoni, Quarella, Salzani. All. Marastoni.

Arbitro: Faccioli di Verona.

Rete: 11’st Martini


Vittoria del Concordia nel match che la vedeva di fronte al Team Pescantina, in una partita che si disputa su un terreno inzuppato di pioggia. Al 24′ chance importante per i locali sui piedi di Craciunescu ma la conclusione esce di pochissimo; due minuti dopo è Gatti a far passare dei brividi a Balestraro. Gli ospiti reagiscono con dei traversoni e hanno a disposizione molti angoli non sfruttati con efficacia. Nei minuti di recupero, è clamorosa l’occasione sprecata da D’Aleo che mette a sedere tutti non riuscendo però a superare il portiere avversario. Nella ripresa la pioggia continua incessante e all’11’ Martini raccoglie un passaggio indirizza la palla in porta con un bel tiro da fuori. Al 18′ Pennacchioni salva il vantaggio, parando un tiro di Donatoni, mentre al 30′ Martini manca il raddoppio. La partita si conclude con l’espulsione al 43′ di Zampini entrato all’inizio del secondo tempo e la vittoria del Concordia.

ALLLIEVI B: VITTORIA PER 2-1 IN TRASFERTA

Montorio – Concordia 1-2

Concordia: Schino, Avesani, Grigolo, Esposito, Frizzera, Carvutto, De Bortoli, Martignoni, Compri, Perera, Sandu. A disposizione: Salaorni, De Marzi, Camerini, Ferrarini, Drria, Elantar

Reti: Al 7pt Perera (C), al 44st De Bortoli (C), al 46st (M)

Bellissimo primo tempo, giocato bene con palla a terra e vantaggio meritato con PERERA. Fallite alcune occasioni per mettere al sicuro il risultato già nella prima parte. Nel secondo tempo, la squadra del duo MALIZIA/ANSELMI, fatica nei primi 15 minuti quando la partita si mette più sul piano fisico che tecnico. Con il passare dei minuti il Concordia riprende in mano la partita e raddoppia a pochi minuti dal termine con DE BORTOLI. Nei minuti di recupero la rete dei Montorio.

Nella foto PERERA VINODH e DE BORTOLI DAVIDE.