Category Archives: Giovanissimi

VITTORIA E TERZO TEMPO

Passata la buriana San Zeno, i giovanissimi 2005 del Concordia tornano alla vittoria contro i neroverdi del San Massimo.
A causa dell’impraticabilità del campo del San Massimo si è giocato al Concordia Stadium con inizio alle ore 18.30.
Con un clima da Champions League con tanto di riflettori e pubblico delle grandi occasioni (merito più che altro degli ottimi aperitivi proposti al bar dalla sempre più mitica Lorenza), l’undici viola ha travolto gli avversari con un secco tre a zero.
Il risultato dice poco della supremazia dei padroni di casa, che avrebbero potuto finire la gara con un risultato decisamente più rotondo se solo gli attaccanti viola fossero stati un po’ più precisi.
Se un difetto va trovato in questa squadra (a voler essere proprio pignoli) è proprio questo: creare tante, tantissime occasioni da gol e non riuscire a concretizzare il necessario. Certe partite, come quella di sabato, vanno chiuse molto prima, segno che manca ancora quella “cattiveria” agonistica necessaria per fare il definitivo salto di qualità.
La trama di gioco dei ragazzi di mister Anselmi è stata come sempre avvolgente, costringendo gli ospiti a buttare spesso via la palla senza possibilità di ragionare.
E’ stata decisamente la “Gaburro Night”, con i gemelli del gol protagonisti delle reti della serata; in particolare Alessandro, autore di una prestazione di grande spessore condita con una doppietta dopo una gara di grande corsa, fantasia e opportunismo. Il “metronomo” Francesco ha invece aperto le marcature con un gol di testa su azione di calcio d’angolo.
Giovanni Zoppi si è reso protagonista del record di pali e traverse colpiti in una stessa partita (palo destro, palo sinistro e traversa per par condicio), ma vanno fatti comunque i complimenti al portiere avversario che in almeno 4 occasioni ha evitato dei gol che sembravano fatti.
Nonostante la vittoria, i mister Anselmi e Malizia non erano del tutto soddisfatti, perchè a tratti il Concordia ha giocato con sufficienza, senza metterci la giusta concentrazione, quasi con un senso di superiorità.
Un po’ come il Brasile del 1982 contro l’Italia, convinto sempre di poter ammazzare la gara in ogni momento. Poi sappiamo tutti come è andata a finire…
La cosa estremamente positiva è che continua la crescita tecnico-tattica di ogni singolo ragazzo, e sempre di più ognuno si muove in campo sapendo dove posizionarsi e che movimenti fare, e di questo vanno ringraziati gli allenatori che stanno svolgendo un gran lavoro dal punto di vista tattico.
Ma siccome non di solo calcio vive l’uomo, per celebrare il ritorno alla vittoria il mister Anselmi si è prodigato la domenica successiva in una performance strepitosa ai fornelli, cucinando per tutta la squadra e relativi genitori un pranzo degno delle migliori locande stellate.
Con la stessa tenacia e preparazione che mette nello spiegare sovrapposizioni e gioco palla ha diretto infatti la squadra dei genitori ai fornelli, trasformando un’ accozzaglia di affamati mamme e papà in una perfetta brigata di cucina. Risultato: pranzo di tre portate per 40 persone e standing ovation!
Altro che Masterchef, solo noi possiamo vantare il vero…Mister Chef!

Troppo forte questo San Zeno

Concordia – San Zeno

Chapeau. Null’altro si può dire della sfida di sabato tra i Giovanissimi del Concordia 2005 e il San Zeno 2004. D’accordo, i granata schieravano una formazione di giovani selezionati interamente dell’annata 2004, ma il divario è stato davvero troppo netto rispetto ai nostri ragazzi. Un divario non solo fisico (e già quello era molto), ma anche tecnico e tattico. Insomma, una gran bella squadra questo San Zeno, composta da elementi di grande valore, dei veri “animali da competizione” ma pur sempre sportivi, rispettosi ed educati (e non è cosa da poco di questi tempi). Il risultato finale è stato un sonoro nove a uno a favore degli ospiti, in una gara già delineata fin dalle prime battute.
E il Concordia? Tutto da buttare? Giornata maledetta? Assolutamente no! Anzi. Partite come queste servono per crescere come l’acqua nel deserto.
A parte il timore reverenziale iniziale che ha bloccato gambe e testa a più di qualcuno dei nostri, dopo un inizio in grande sofferenza i viola hanno ripreso a giocare secondo i dettami di quest’anno, con palla a terra e fraseggi alla ricerca dell’inserimento giusto.
Certo, rispetto alle partite precedenti il valore dell’avversario ha reso tutto molto più complicato, azzerando praticamente i tempi di gioco e costringendo i ragazzi del duo Anselmi-Malizia a muovere testa e gambe ad una velocità doppia rispetto al solito. Questo ha comportato una mole di errori decisamente più notevole rispetto al solito, ma la cosa più confortante è che nemmeno sotto un pressing asfissiante come quello del San Zeno i ragazzi hanno abiurato il loro credo calcistico, tentando sempre di costruire gioco.
E la cosa è stata notata anche dagli avversari che a fine gara si sono complimentati con i nostri per come hanno comunque interpretato la sfida. Mai mollare, anche contro avversari nettamente più forti. E proprio su un’azione di pressing condotta sulla difesa avversaria da Giovanni Zoppi è nato il gol della bandiera, con lo stesso Zoppi che costringeva all’errore il portiere e depositava in rete.
Una menzione speciale però la meritano i nostri portieroni Sabau e Mazzi; sottoposti ad un fuoco incrociato dagli avversari hanno sfoderato una prestazione super, con parate a ripetizione. E’ grazie a loro se il risultato non ha assunto proporzioni più vaste, perché, paradossalmente, nonostante i nove gol hanno giocato una gara gagliarda, comandando la difesa come mai era successo nelle precedenti occasioni.
A fine gara mister Anselmi ha avuto parole di elogio per i suoi ragazzi perché hanno saputo reagire alla iniziale difficoltà provando a giocare il loro calcio indipendentemente dall’avversario.
“E’ come uscire nove volte con la tua compagna di scuola e poi, alla decima, ti trovi davanti Belen – ha dichiarato sorridendo il mister viola Anselmi a fine gara – è logico, ti senti spiazzato e non sai come reagire. Ma col tempo impareranno a gestire anche queste situazioni perché ho un gruppo fantastico”.
Ora sotto con la prossima gara, per continuare questa splendida avventura e fare tesoro di questa partita.
Dario Zoppi

Giovanissimi B, Il Concordia vince in casa del Saval Maddalena

Continua il momento magico dei giovanissimi B 2005 che sabato hanno espugnato il campo del Saval-Maddalena con un secco 4-1.

La notizia del giorno però è che abbiamo finalmente segnato su calcio di rigore, grazie a San Tommaso Zanini da Torri che ha spezzato una maledizione che in confronto quella di Tutankhamon era una fiaba per bambini. A dire il vero ce ne sono voluti 2 di rigori prima di poter gioire dagli undici metri, perché anche sabato il primo tentativo è andato a vuoto a causa dell’errore di Mazzola. Al secondo tentativo però si è presentato appunto Zanini che ha realizzato spiazzando il portiere con un secco rasoterra. Dell’espressione di sollievo di mister Anselmi, ho come l’impressione che si sia trovato lo “stoccatore” ufficiale. E non è cosa da poco, credetemi; cinque rigori fischiati (oltre ad almeno altri quattro altrettanto evidenti ma non sanzionati) nelle prime 3 giornate sono un dato statistico importante che sta a testimoniare come la squadra crei molta occasioni da gol, palla a terra, e come ad oggi le difese avversarie non siano riuscite a trovare delle contromisure alle trame offensive Viola.

Il leit motiv della partita contro il Saval e stato proprio questo: contro una formazione fisicamente più prestante, il Concordia ha impostato una gara d’attacco, partendo subito forte ed imbrigliando gli avversari con pressing alto e una fitta trama di passaggi. Il mantra della gara è stata la gestione della palla a 2 tocchi, come ha ricordato mister Anselmi a più riprese ai suoi ragazzi dalla panchina. Le reti del Concordia sono state messe a segno da Bonesini, autore di una doppietta e di una prestazione maiuscola per grinta, capacità di corsa e di volontà( a parte qualche licenza offensiva di troppo che ha costretto i mister Anselmi/Malizia a sfruttare tutte le loro capacità vocali per disciplinare tatticamente il ragazzo), da Francesco Gaburro, sempre più leader in campo e capace di ricoprire (e molto bene) più ruoli nel corso di una stessa partita, e di Zanini apunto su rigore.

Sul 3-0 il Saval Maddalena ha accorciato le distanze ad inizi secondo tempo con un bel tiro da fuori, per poi capitolare definitivamente poco dopo sul tanto decantato rigore.

In realtà la partita sarebbe potuta finire anche con un risultato più ampio, se Giovanni Zoppi( autore comunque di una prestazione di spessore in attacco) non avesse spedito la palla prima fuori di un niente e poi sulla traversa. Anche Mazzola e Gaburro A. sono andati molto vicini al gol, segno che le occasioni create sono state davvero molte.

Altro dato statistico interessante: su quattro gol segnati, tre sono stati realizzati da difensori( Bonesini/Zanini, e uno da un centrocampista (Gaburro F.), a testimonianza che il gioco espresso coinvolge davvero tutta la squadra, e tutti possono essere pericolosi.

Sabato prossimo arriva la corazzata San Zeno in una partita che si preannuncia proibitiva, almeno sulla carta . Non importa il risultato che verrà, l’importante è che continui il processo di crescita di questa squadra, in cui ognuno sta imparando che può dare una mano e divertirsi.

P.s. speriamo che le punte abbiano conservato i gol per sabato, si è lasciato scappare a fine gara mister Anselmi. A buon intenditor…..

Dario Zoppi

GIOVANISSIMI – BELLA PRESTAZIONE CON IL REAL S.MASSIMO

Verona, 12 novembre 2017

CONCORDIA – REAL S.MASSIMO   5-0

CONCORDIA: Bonizzato, Manara (Vincenzi), Munteanu, Cosenza (Dambage), Hu (Toffoli), Canevaro, Padovani, Milani (Novelli), Judge, Martiko, Viviani (Garonzi). All. Tavella

Reti: Padovani (3), Viviani, Garonzi.

 

Prima parte di gara con predominio del Concordia grazie a un buon possesso palla e a una difesa che non concede spazi agli avvesrsari.  Il gol arriva sul finire del primo tempo con una perfetta punizione di Padovani.

All’inizio del secondo tempo gli ospiti prendono in mano la partita ma non riescono a superare l’attento portiere Bonizzato.

La squadra di mister Tavella riesce in contropiede a trovare il raddoppio con Viviani.

Da quel momento la partita diventa a senso unico e arrivano altre due reti di Padovani e una di Garonzi.