Continua il momento magico dei giovanissimi B 2005 che sabato hanno espugnato il campo del Saval-Maddalena con un secco 4-1.

La notizia del giorno però è che abbiamo finalmente segnato su calcio di rigore, grazie a San Tommaso Zanini da Torri che ha spezzato una maledizione che in confronto quella di Tutankhamon era una fiaba per bambini. A dire il vero ce ne sono voluti 2 di rigori prima di poter gioire dagli undici metri, perché anche sabato il primo tentativo è andato a vuoto a causa dell’errore di Mazzola. Al secondo tentativo però si è presentato appunto Zanini che ha realizzato spiazzando il portiere con un secco rasoterra. Dell’espressione di sollievo di mister Anselmi, ho come l’impressione che si sia trovato lo “stoccatore” ufficiale. E non è cosa da poco, credetemi; cinque rigori fischiati (oltre ad almeno altri quattro altrettanto evidenti ma non sanzionati) nelle prime 3 giornate sono un dato statistico importante che sta a testimoniare come la squadra crei molta occasioni da gol, palla a terra, e come ad oggi le difese avversarie non siano riuscite a trovare delle contromisure alle trame offensive Viola.

Il leit motiv della partita contro il Saval e stato proprio questo: contro una formazione fisicamente più prestante, il Concordia ha impostato una gara d’attacco, partendo subito forte ed imbrigliando gli avversari con pressing alto e una fitta trama di passaggi. Il mantra della gara è stata la gestione della palla a 2 tocchi, come ha ricordato mister Anselmi a più riprese ai suoi ragazzi dalla panchina. Le reti del Concordia sono state messe a segno da Bonesini, autore di una doppietta e di una prestazione maiuscola per grinta, capacità di corsa e di volontà( a parte qualche licenza offensiva di troppo che ha costretto i mister Anselmi/Malizia a sfruttare tutte le loro capacità vocali per disciplinare tatticamente il ragazzo), da Francesco Gaburro, sempre più leader in campo e capace di ricoprire (e molto bene) più ruoli nel corso di una stessa partita, e di Zanini apunto su rigore.

Sul 3-0 il Saval Maddalena ha accorciato le distanze ad inizi secondo tempo con un bel tiro da fuori, per poi capitolare definitivamente poco dopo sul tanto decantato rigore.

In realtà la partita sarebbe potuta finire anche con un risultato più ampio, se Giovanni Zoppi( autore comunque di una prestazione di spessore in attacco) non avesse spedito la palla prima fuori di un niente e poi sulla traversa. Anche Mazzola e Gaburro A. sono andati molto vicini al gol, segno che le occasioni create sono state davvero molte.

Altro dato statistico interessante: su quattro gol segnati, tre sono stati realizzati da difensori( Bonesini/Zanini, e uno da un centrocampista (Gaburro F.), a testimonianza che il gioco espresso coinvolge davvero tutta la squadra, e tutti possono essere pericolosi.

Sabato prossimo arriva la corazzata San Zeno in una partita che si preannuncia proibitiva, almeno sulla carta . Non importa il risultato che verrà, l’importante è che continui il processo di crescita di questa squadra, in cui ognuno sta imparando che può dare una mano e divertirsi.

P.s. speriamo che le punte abbiano conservato i gol per sabato, si è lasciato scappare a fine gara mister Anselmi. A buon intenditor…..

Dario Zoppi