Allievi Provinciali Verona. 5ª giornata. Concordia – Cadore.

Ha piovuto per tutta la durata della gara. La pioggia a tratti torrenziale, ha reso il campo fangoso appena praticabile. A proprio agio i viola, più dotati fisicamente.

Concordia – Cadore: (5-1) 7-1

Concordia: Schino Romolo G., Avesani Davide (8′ st Gugliotti), Grigolo Enrico, DE Marzi Giuseppe, Camerini RIccardo, Marchi Alberto (1’st Frizzera), De Nardi Lorenzo (22′ st Ferrarini), Carvutto Alessandro (15′ st Elantari), Perera K. Vinodh (27′ Drria), Buna Francesco (1’st Faccioli). A disp: Mantovani Riccardo. All.: Luca Spezie

Cadore: Rucco Giulio, Gelmetti Tommaso, Braggio Francesco, Ottaviani Mattia, Pezzo Andrea, Ballario Tommaso, Castenedoli Marco, Marchetti Federico, Anselmi Marco, Soave Luca, Talpo Edoardo. A disp: Piccoli Pertini Leonardo, Florea Antonio, Lasalvia Armando, De Rossi Alessandro. All.: Boccardi Dario

Arbitro:
Reti: 2’pt, 7’st Perera V. (Con), 7′ pt Grigolo E. (Con), 16′ , 39′ pt Sandu (Con), 24′ pt Carvutto (Con), 26’pt Castenedoli (Cad), 42′ st Faccioli F. (Con).

In avvio di gara il Concordia parte subito forte e già al 2′ si porta in vantaggio con Perera che appoggia la palla in rete sul palo più lontano con Rucco in uscita.
Al 7′ Sandu si presenta sulla bandierina e pennella in area un ottimo cross, cross che Grigolo intercetta e trasforma nel 2-0 con quel che si dice essere un gol di rapina.
Gli ospiti ci provano al 12′ da corner, ma Schino anticipa in uscita e nega il gol facendo suo il pallone.
Al 16′ punizione Sandu (particolarmente ispirato nella gara odierna) che calcia direttamente in porta, Rucco para ma il pallone gli sfugge di manoed entra in porta, 3-0.
Al 24′ serie di rimpalli in area del Cadore, Carvutto lucido insacca il 4-0 a favore viola.
Al 26′ errore difensivo dei viola, Avesani perde palla sulla linea di fondo, Ballario crossa e Castenedoli va in gol con un tiro spettacolare sotto l’incrocio (che gli varrà per il fregio di migliore in campo dei suoi), con Schino che ci prova ma non ci arriva di poco.
Al 34′ De Nardi, che sarà l’uomo assist del giorno, lanciato a reteda Avesani calcia di poco a lato, ma al 39′ un suo assist fa siglare a Sandu il 5-1.

Il Concordia dilaga chiudendo il primo tempo sul 5-1 ma il divario sarebbe potuto essere più ampio. Prima metà di gioco decisamente a tinte viola. La ripresa di gioco è simile se non uguale all’avvio di gara ed infatti già al 2′ Grigolo ci prova calciando di poco sopra la traversa.
Al minuto 7 l’assist man De Nardi mette la palla sul piede di Perera che aumenta il vantaggio dei padroni di casa segnando il 6-1.
Nonostante il Cadore ci provi con tutta l’anima si trova di fronte un Concordia dalla forma fisica perfetta.
Al 10′ cavalcata da centro campo di Castenedoli ma prima Schino che devia la palla a lato e poi Grigolo che spazza l’area gli negano il gol del raddoppio.
I viola attaccano incessantemente e gli ospiti raramente si affacciano nella metà campo avversaria.
Al 21′ si prospetta un ottima occasione per gli ospiti su punizione, Ottaviani calcia in porta ma per Schino la parata è semplice.
Al 42′ Sandu mette in area dalla bandierina, la palla carambola tra i piedi dei giocatori, ma Faccioli, caparbio, fa suo il pallone e chiude l’ultima azione della partita siglando il 7-1.
Triplice fischio e tutti in spogliatoio infreddoliti e fradici di pioggia.

il Concordia guadagna 3 punti importantissimi per la classifica e per il morale, migliori in campo:De Nardi assist man, Sandu furia scatenata e Avesani granatiere: tre fulmini in campo.
Il Cadore, nonostante il risultato, mostra a tratti di poter migliorare soprattutto tenendo conto che quasi tutta la squadra è dell’annata 2003, migliore in campo Castenedoli, diamante grezzo.

Adriana Cangemi